fbpx
Radio Mercato Centrale


Martino Bellincampi

il Fritto

Per Martino Bellincampi è importante la giusta doratura. E nella sua bottega il fritto è sempre croccante al punto giusto.
Il progetto è ambizioso: rendere gourmet anche lo street food, proponendo grandi classici e rivisitazioni, tutto rigorosamente fritto. Si frigge da sempre e quello che si frigge è sempre buono, un solo morso riesce a sprigionare sapori e comunicare emozioni. È una cottura che unisce e mette tutti d’accordo, perché si frigge di tutto in ogni parte del mondo, dal dolce al salato, da Nord a Sud. Bellincampi ama esplorare le contaminazioni culturali e le tradizioni, le stesse che influenzano la sua proposta. Il fritto nella sua bottega si prepara e si mangia subito, perché per essere davvero apprezzato deve essere ancora caldo. In onore dell’apertura torinese, in menù sarà presente un supplì preparato in collaborazione con il Ristorante Consorzio di Pietro Vergano e Andrea Gherra; il supplì sarà ispirato al celebre risotto mantecato alla Bergese, mantecato al burro francese, con midollo e cuore di fondo bruno. Sempre in onore della città sabauda, arriverà il fritto misto alla piemontese. Dietro a ogni preparazione c’è uno studio attento del metodo di frittura migliore e un’attenta selezione delle materie prime. Perché artigianale è buono, artigianale e fritto è ancora meglio.

In bottega: dal supplì classico ai bucatini all’amatriciana e quelli cacio e pepe, ovviamente fritti. Cartoccio di pesce, baccalà e gli intramontabili: pollo fritto – anche in panino– patatine stick o chips, crocchette di patate, polpette e provola fritta.

scopri di più...

Il progetto è ambizioso: rendere gourmet anche lo street food, proponendo grandi classici e rivisitazioni, tutto rigorosamente fritto. Si frigge da sempre e quello che si frigge è sempre buono, un solo morso riesce a sprigionare sapori e comunicare emozioni. È una cottura che unisce e mette tutti d’accordo, perché si frigge di tutto in ogni parte del mondo, dal dolce al salato, da Nord a Sud. Bellincampi ama esplorare le contaminazioni culturali e le tradizioni, le stesse che influenzano la sua proposta. Il fritto nella sua bottega si prepara e si mangia subito, perché per essere davvero apprezzato deve essere ancora caldo. In onore dell’apertura torinese, in menù sarà presente un supplì preparato in collaborazione con il Ristorante Consorzio di Pietro Vergano e Andrea Gherra; il supplì sarà ispirato al celebre risotto mantecato alla Bergese, mantecato al burro francese, con midollo e cuore di fondo bruno. Sempre in onore della città sabauda, arriverà il fritto misto alla piemontese. Dietro a ogni preparazione c’è uno studio attento del metodo di frittura migliore e un’attenta selezione delle materie prime. Perché artigianale è buono, artigianale e fritto è ancora meglio.

In bottega: dal supplì classico ai bucatini all’amatriciana e quelli cacio e pepe, ovviamente fritti. Cartoccio di pesce, baccalà e gli intramontabili: pollo fritto – anche in panino– patatine stick o chips, crocchette di patate, polpette e provola fritta.

la Bottega

X