fbpx
Radio Mercato Centrale


Aa come appuntamenti

Anche a volerlo evitare, siamo bombardati da immagini e parole di e sul cibo. Belle, certo, ma ridondanti e a volte vuote. Cibo vero e finto, perfetto o meno, buono o meno buono. Davvero è necessario? E se invece il cibo si raccontasse da solo? Forse è di questo che abbiamo bisogno, di un ritorno all’essenziale. Girando qui dentro non troverete immagini finte o parole vuote. Hanno fatto il loro tempo. Inizialmente abbiamo scelto di scarabocchiare quello che non siamo, per raccontare una storia nuova. La bontà è elementare. Questa è la nostra idea, semplice e forte. Magari sembra scontato, ma non lo è.
Non cancelliamo per negare, scarabocchiamo perché ogni prodotto venga sentito per quello che è. Ogni scarabocchio è un segno distintivo e insieme un ritorno alle origini, agli elementi. Perché vogliamo che siate voi a scegliere le parole per descrivere il Mercato Centrale Roma. Qui trovate artigiani che raccontano i loro prodotti. Restiamo convinti che questo sia il modo giusto per parlare di cibo. Senza stordire chi mangia, beve o semplicemente passa da qui. Tutte le nostre botteghe sono pronte, gli artigiani sono qui per voi. Un’ultima cosa: grazie di essere venuti. Vi restano solo da provare tutte le bontà delle botteghe.
Zig zag tra i due corridoi e via!

scopri di più...

Anche a volerlo evitare, siamo bombardati da immagini e parole di e sul cibo. Belle, certo, ma ridondanti e a volte vuote. Cibo vero e finto, perfetto o meno, buono o meno buono. Davvero è necessario? E se invece il cibo si raccontasse da solo? Forse è di questo che abbiamo bisogno, di un ritorno all’essenziale. Girando qui dentro non troverete immagini finte o parole vuote. Hanno fatto il loro tempo. Inizialmente abbiamo scelto di scarabocchiare quello che non siamo, per raccontare una storia nuova. La bontà è elementare. Questa è la nostra idea, semplice e forte. Magari sembra scontato, ma non lo è.
Non cancelliamo per negare, scarabocchiamo perché ogni prodotto venga sentito per quello che è. Ogni scarabocchio è un segno distintivo e insieme un ritorno alle origini, agli elementi. Perché vogliamo che siate voi a scegliere le parole per descrivere il Mercato Centrale Roma. Qui trovate artigiani che raccontano i loro prodotti. Restiamo convinti che questo sia il modo giusto per parlare di cibo. Senza stordire chi mangia, beve o semplicemente passa da qui. Tutte le nostre botteghe sono pronte, gli artigiani sono qui per voi. Un’ultima cosa: grazie di essere venuti. Vi restano solo da provare tutte le bontà delle botteghe.
Zig zag tra i due corridoi e via!

Aa come artigiani

Gli artigiani e le loro botteghe sono protagonisti assoluti di Mercato Centrale Roma, sono loro che presentano e raccontano le loro bontà con semplicità. Il Mercato Centrale Roma diventa così un’esperienza unica, fatta dalle persone e per le persone, dove la bontà è elementare, perché parla da sola.

Mm come Mercato

Dopo il successo di Firenze, nell’ottobre del 2016 il Mercato Centrale apre anche a Roma, in via Giolitti 36. La Cappa Mazzoniana dell’ex dopolavoro ferroviario torna a nuova vita, Termini diventa non solo un luogo di passaggio ma meta di chi cerca la bontà.

Ee come eventi

X