fbpx
Radio Mercato Centrale


Retrobotteghe

Scegli una città

Cibo

Storie

La misura dell’amore

Lo diceva Elsa Morante, che l’unica frase d’amore è “hai mangiato?” e Virginia Woolf lo sapeva pure, che se non mangi bene non puoi fare niente bene. L’amore si misura in quantità di cibo che si danno e che si ricevono, molto dipende anche dal tempismo

11 Febbraio 2019
Sapori

Giudicare il cibo dall’etichetta

Si può giudicare un prodotto dalla sua etichetta? Dipende dall’approccio. Se è una questione puramente estetica, molto spesso dietro a brutte e improbabili etichette potrebbero celarsi prodotti di qualità. Il giudizio deve guardare a tutt’altro, ai val

3 Febbraio 2019
Sapori

Il cibo è solo un pretesto

Il cibo è (quasi) sempre un pretesto per parlare d’altro, il cibo non è mai solo cibo. Lo abbiamo visto innumerevoli volte, parlando di ciò che si mangia e di quel che gli ruota attorno, emergono innumerevoli argomenti. Dalle scienze cognitive alla mus

2 Ottobre 2018
Storie

Mettete del bacon nei vostri cannoni: food propaganda

Nel 1942 il mondo era nel caos: tra una dichiarazione di guerra e un bombardamento, quell’anno la Roma vinceva il suo primo scudetto, Mary Mohin dava alla luce Paul McCartney al Walton Hospital di Liverpool. Nascevano, nello stesso anno, Dino Zoff, Are

24 Settembre 2018
I Magnifici

La bontà che fa bene

Il cibo, come tutte le cose belle e buone, non ha bisogno di tanti fronzoli. La bontà è elementare ed è una magnifica storia da raccontare. magnìfico agg. [dal lat. magnifĭcus, comp. di magnus «grande» e tema di facĕre «fare»] (pl. m. -ci, anticam. anc

9 Agosto 2018
Luoghi

Geografia del cibo italiano

Quando si parla di cibo, l’Italia è subito uno dei luoghi che per primi vengono in mente. Il Paese a forma di stivale ha una vastissima quantità di prodotti regionali e nazionali. Alcuni, come la pizza, sono celebri in tutto il mondo. Altri sono delle

26 Luglio 2018
Volti

Caffè e benzedrina

Abbiamo visto in film e serie tv che il cibo spesso assume significati specifici, anche quando sembra una scelta casuale. Nella maggior parte dei casi – specialmente quando si parla di poesia – il cibo ha valore simbolico e non rappresenta quasi mai il

25 Maggio 2018
Sapori

Primavera sinestetica

Da anni, ormai, si sperimentano tutti i sensi in cucina, per non rimanere ancorati al solo gusto. Si è sviluppato, così, un filone di cene al buio, magari bendati, in cui olfatto e tatto hanno la meglio e il gusto arriva solo alla fine, molto più inten

5 Aprile 2018
Sapori

Donald Trump, il travel ban e il cibo come simbolo della cultura americana

Alla fine di gennaio 2017 Donald Trump ha firmato il famigerato travel ban, un ordine esecutivo che prevedeva che ai rifugiati e alle persone provenienti dai 7 principali Paesi musulmani fosse negato l’ingresso negli USA. Il giorno successivo, il 28 ge

25 Gennaio 2018
Storie

È successo un Sessantotto: dai radicali al radical chic

Non servono grandi spiegazioni, il termine “radicale” fa riferimento alla radice, in botanica è ciò che la riguarda, in politica è un movimento, che scava fino alle radici per risanare e sconvolgere un intero sistema. Il radicalismo prese piede tra il

3 Gennaio 2018
Sapori

Un anno di cibo, il futuro è dietro l’angolo

Tra i buoni propositi per il tuo 2018 non essere ipocrita e non scrivere sulla lista che mangerai di meno, c’è un mondo di cibo da scoprire! È tutto lì che ti aspetta, in ogni angolo, ad ogni strada, c’è un mondo da mangiare, in tutti i modi, in tutti

27 Dicembre 2017
Storie

Un mondo distopico per il nostro cibo

Se utopia è il modello della società ideale, dove tutto funziona alla perfezione, la distopia è il suo esatto opposto. È solitamente la concezione di un futuro spaventoso, la distorsione massima della società nel modo più negativo possibile. Avete pres

25 Novembre 2017
X