fbpx
Radio Mercato Centrale


Retrobotteghe

Scegli una città

Natale, regali e decorazioni da mangiare

Postato il 22 dicembre 2015 da Elide Messineo
Ogni anno quello di dicembre è il mese dei buoni propositi, quello del Natale i cui tutti provano ad essere migliori, il periodo in cui facciamo un resoconto dell’anno che stiamo per lasciarci alle spalle, è tempo di bilanci. E i bilanci e le classifiche vengono fatti in qualunque ambito. Il Natale comporta anche delle spese per i cenoni o i regali, anche se si parla sempre di crisi e di stringere un po’ la cinghia, secondo i dati di Confcommercio il 74,7% delle spese degli italiani si concentra sui generi alimentari. Le spese non sono quelle di un tempo ma la percentuale è altissima, supera di gran lunga i giocattoli o l’abbigliamento, ancor di più i poveri libri, solo al 2%.

L’importante, quindi, è non rimanere a stomaco vuoto. Il cibo nella tradizione culinaria natalizia italiana ha un ruolo fondamentale, è conviviale, riunisce, rallegra, appaga. C’è chi sceglie il pesce, chi la carne, chi punta al vegetariano ma l’importante è che la tavola sia sempre imbandita e che le tradizioni vengano sempre rispettate al meglio. Panettone, pandoro, struffoli, dal dolce al salato di certo non manca la varietà e il ricettario della nonna è sempre pronto a soccorrere chi scarseggia di idee.

Per chi vuole essere originale il cibo può fare anche da decorazione. Sui rami degli alberi di Natale spuntano biscottini al burro o al pan di zenzero di tutti i formati, dal classico omino passando per alberelli, stelline e cuori, fiocchi di neve. Compaiono bastoncini di zucchero colorato, rivisitazioni di alberi di Natale realizzati direttamente con i biscotti o il panettone. Se i dolci a tema non mancano, non manca nemmeno la fantasia nell’assemblare il cibo. Infatti c’è chi ha realizzato alberi di Natale fatti di formaggi e salumi: ghiotti, belli da vedere e di breve durata ma portatori sani di endorfine. I forni emanano profumo di cannella, gli agrumi e le spezie formano ghirlande, centrotavola, segnaposto colorati e profumati.

Tutto si tinge di rosso e di oro, si accendono i fornelli, il grande giorno sta arrivando e la paura dei chili di troppo svanisce magicamente tra una flûte di champagne e una fetta di pandoro. Cin cin, tanti auguri, le mani che si stringono, gli abbracci nelle foto ricordo in cui il cibo va a suggellare il piacere e la gioia delle feste sempre odiate, criticate, attese, poi amate da tutti.


Albero di Natale e Christmas box

Foto di Federica Di Giovanni

X