fbpx
Radio Mercato Centrale


Retrobotteghe

Scegli una città

Il piatto più buono del mondo

Postato il 10 dicembre 2014 da Elide Messineo
Rinunciare a certi piatti a volte è impossibile, ma ce ne sono moltissimi altri che forse non avete mai assaggiato. Tra tutti questi, quale sarà il più buono in assoluto?

La CNN nel 2011 ha basato un sondaggio proprio su questo, stilando una lista dei 50 piatti più buoni al mondo e, sorpresa sorpresa, al primo posto c’è una ricetta thailandese, l’Italia deve accontentarsi “soltanto” del secondo gradino del podio.

Certo, la lista potrebbe essere messa in discussione, visto che tra i piatti presenti ci sono addirittura i popcorn al burro, ovviamente made in USA, insieme alle patatine fritte formato chips e addirittura il ketchup. Ci sono moltissimi piatti asiatici e messicani, dall’Europa al quarantesimo posto troviamo il tedesco marzapane. Dal Regno Unito fish’n’chips (posizione 33) suonano quasi come un obbligo, è il piatto più famoso del Paese, mentre l’Italia fa la sua prima apparizione al trentunesimo posto con il celeberrimo prosciutto di Parma.

In mezzo ci passano Pho e Fajitas, prima di arrivare alla posizione numero 23, in cui troneggiano le lasagne. Tra croissant e arepas– rispettivamente da Francia e Venezuela- bisogna passare per l‘ice cream che, badate bene, non è assolutamente uguale al nostro gelato e per ritrovare l’Italia in classifica bisogna arrivare alla seconda posizione. Ovviamente c’è la pizza napoletana ad occupare quel posto, il piatto forse più esportato al mondo dal nostro Paese, diventato un’istituzione soprattutto in America.

Dobbiamo quindi scordarci la pole position, che è degnamente occupata dal Massaman Curry, piatto proveniente dalla Thailandia, particolarmente speziato e agrodolce, grazie alla presenza del cocco. Ma siamo comunque in ottima compagnia, perché al terzo posto c’è nientedimeno che il cioccolato. Direttamente dal Messico, è una pietanza prelibata e considerata ricca di proprietà, amata perfino da Maya e Aztechi, Maria Antonietta non osava spostarsi senza portarsi dietro il suo cioccolato personale. Oggi esiste in centinaia di variazioni e gusti, è una vera e propria trappola per i golosi. E chi appartiene alla categoria, farà bene a leggere l’intera top 50 e assaggiare tutto quello che manca dal ricettario!

X